8 months ago
17th Tuesday 2013

Sono sul treno e mi godo la bellezza del sole tiepido sul viso. Sono le 8:58 e da dove sono seduta riesco a vedere una ragazza bellissima. Se non ci fosse lei, starei a parlare di quanto è stato bello stamattina prendere il treno in orario e notare che era anche abbastanza vuoto, ma parlerò di lei perché mi riesce difficile ricordare le persone che non conosco. In più ci stiamo avvicinando ad una fermata importante e temo che possa scendere, quando io invece vorrei solo guardarla ancora. Non so nemmeno da dove partire.. È semplice. È una bellezza semplice, pulita, fine.. Non riesco a vederci bene, ma sono quasi sicura che abbia gli occhi verdi molto tendenti al castano. In più ha un bellissimo taglio d’occhio. Il viso dalle gote rosee, le labbra carnose, il naso diritto e armonioso. Porta degli occhialetti senza montatura dalla parte inferiore che le stanno benissimo e una sciarpa gigante bianca e nera. Sta studiando.. È tutto il viaggio che studia. Legge qualcosa, poi alza gli occhi dal libro e si ferma.. Come se meditasse o ripetesse ciò che ha letto, in mente. Ho dimenticato di dire che ha dei meravigliosi capelli castani, lisci, che butta un po’ di qua e un po’ di la mentre legge. Ora legge qualcosa che si chiama “la memoria umana” (se ho letto bene) e mastica un chewing-gum in maniera molto composta. Mi sento un po’ una guardona, ma il punto è che voglio ricordarla. Non mi capita mai, mai, di notare una ragazza che mi colpisca davvero. Le ho anche fatto una specie di ritratto (orrendo perché non so disegnare) che non le darò perché mi manca il coraggio. Mi chiedo come si chiami. Forse dovrei smetterla di parlare di lei..

with 4 notes
  1. selfishly9 posted this